19 Visite

Come diventare investigatore privato Nessun voto ancora.

come diventare investigatore privato

Come diventare investigatore privato? Scopri il percorso giusto in questo articolo.

Come diventare investigatore privato, tutto quello che hai bisogno di sapere per iniziare fin da subito a lavorare in questo settore.

Se sei capitato in questo articolo sei sicuramente alla ricerca di informazioni sulla professione di investigatore privato. Probabilmente questa professione ti ha sempre affascinato, e sei un grande appassionato di misteri e polizieschi. Hai perciò pensato che magari c’è un modo per far diventare la tua grande passione una realtà lavorative, ed effettivamente hai ragione un modo esiste e noi vogliamo spiegartelo in questo articolo fornendoti tutte le indicazioni di cui hai bisogno per diventare un investigatore privato. Prosegui perciò la lettura del nostro articolo su come diventare investigatore privato.

Chi è l’investigatore privato?

Quando parliamo di investigatore privato parliamo di un privato cittadino o un ex dipendente delle forze dell’ordine in possesso di una licenza per eseguire l’attività di investigatore privato. Questo professionista esegue ricerche e raccoglie prove su una determinata persona, azienda, o altro a seconda del lavoro che gli viene commissionato da un cliente.

come diventare investigatore privato

Che tipologia di servizio offre l’investigatore privato?

L’investigatore privato è in grado di offrire tantissimi servizi diversi tra loro. Possiamo infatti impegnarlo in tanti campi diversi e questo ci permette di poter risolvere ogni mistero. In particolare lo vediamo impegnato in determinati settori, che sono i più “popolari”:

  • ricerca di persone scomparse
  • ricerca di oggetti smarriti o rubati
  • investigare su crimini informatici
  • investiga su furti
  • investiga su frodi assicurative
  • lo vediamo impegnato nel settore lavoro nel controllo soci e dipendenti, ma anche pre-selezione candidati per accertarsi che nessuno di loro possa danneggiare in alcun modo l’azienda. Al tempo stesso per accertarsi che una persona è chi dice di essere, che il suo curriculum vita è reale e che non vi siano scheletri nell’armadio.
  • lo possiamo trovare impegnato anche nel settore di coppia per scoprire un eventuale infedeltà di uno dei due coniugi.
  • lo possiamo impegnare per investigare su un nostro caro magari perchè abbiamo paura che possa fare qualche cosa di illecito come assumere droghe.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui ci si rivolge ad un investigare privato, ma come diventare investigatore privato?

Come diventare investigatore privato? Il percorso scolastico.

Avere intuito e passione per le investigazioni purtroppo non basta per poter diventare un investigatore privato Lecco. Come in un qualsiasi altra parte d’Italia per poter diventare investigatori si ha bisogno di seguire un percorso di studi ben preciso. Vediamo di scoprire qual è cosi da sapere da che parte possiamo iniziare.

La prima cosa che dobbiamo fare è prendere una laurea, l’ideale sarebbe una laurea in giurisprudenza o una laurea equivalente. Bisognerà perciò aver completato la scuola superiore ed aver preso una laurea. Se non si è scelti la laurea in giurisprudenza ma di un’altra facoltà possiamo sempre diventare investigatori privati se prendiamo un master in criminologia o scienze dell’investigazioni. 

Aver conseguito questi titoli di studio non è però sufficiente, al termine di essi si avrà bisogno di aver seguito un praticantato di 3 anni e i corsi di aggiornamento previsti dalla legge che appunto determina il corretto iter da seguire per diventare investigatori privati. Il decreto in questo caso è il 269/2010 che ha fatto una distinzione netta tra investigatori privati professionisti titolari, dipendenti, informatori commerciali che hanno uno studio e informatori commerciali che sono dipendenti.

Requisiti per la licenza

Come abbiamo visto, in questa guida su come diventare investigatore privato, si ha bisogno di seguire un iter scolastico ben preciso qualora si voglia diventare investigatori privati titolari, ossia ottenere una licenza che permette di aprire un proprio studio privato ed esercitare la professione. Questo però non basta, bisogna infatti essere in possesso dei giusti requisiti per poter diventare un investigatore privato vediamo quali sono:

  • essere cittadini italiani o appartenenti alla comunità Europea.
  • possedere le capacità di obbligarsi.
  • non avere eseguito reati o riportato condanne di nessun genere.
  • non essere sottoposti a misure di sicurezza personale.
  • avere una laurea in giurisprudenza o una equivalente come Psicologia ( Forense) , Scienze Politiche, Sociologia, Economia o Scienze dell’Investigazione .
  • aver seguito un percorso di praticantato di almeno tre anni presso un investigatore privato titolare, che è abilitato alla professione almeno da 5 anni e con un esito positivo dimostrabile.
  • aver conseguito i corsi di aggiornamento autorizzati.

Cosa fare una volta raggiunti tutti i requisiti?

Una volta che abbiamo raggiunto tutti i requisiti necessari per diventare investigatore privato possiamo a questo punto fare la domanda per il rilascio dell’autorizzazione. Per farla non dovremo far altro che presentare la domanda in formato cartaceo oppure inviata con raccomandata A/R alla prefettura di riferimento. Alla domanda dovremo allegare:

  • istanza di autorizzazione con marca da bollo da 16 euro.
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante data di nascita, comune di nascita, residenza e obblighi militari.
  • numero 2 copie con i servizi che si intendono offrire e relativo tariffario da esprimere in misura massima.
  • iscrizione al registro delle imprese della C.I.A.A.
  • documentazione inerente alla sede lavorativa, in particolare due copie di contratto di locazione o titolo di proprietà, due copie della planimetria dei locali e relazione tecnico-descrittiva redatta da un tecnico abilitato.

Qualora non si stia agendo da privati ma da azienda e/o società investigative sarà necessario aggiungere a questa documentazione:

  • copia del verbale d’assemblea dei soci con la nomina del Consiglio di Amministrazione della società
  • copia dell’atto costitutivo e dello statuto della società.

Come diventare investigatore privato? Cosa fare all’accettazione della domanda?

Ora sai tutto quello che c’è da sapere su come diventare investigatore privato è il momento di capire cosa fare una volta che la nostra domanda è stata accettata. Ecco il percorso da seguire per proseguire ed iniziare la nostra attività:

  • versare il deposito cauzionale, l’importo è variabile e dipende dalla grandezza del progetto che stiamo realizzando che può essere più o meno grande e quindi il deposito cauzionale sarà relativo.
  • inserire sulla licenza rilasciata una marca da bollo da 16 euro.
  • produrre copia dell’aggiornamento del proprio status lavorativo presentato presso il registro ditte C.I.A.A.

Ora sei pronto per iniziare a lavorare nel tuo settore!

Si prega di valutare questo

Preventivo

Be the first to comment on "Come diventare investigatore privato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*