Osteopata cosa fa

Spesso su questo tema molte persone non hanno una risposta pronta perché non conoscono in modo completo la figura dell’osteopata. In questo approfondimento chiariremo chi è l’osteopata cosa fa e come può essere d’aiuto!

Osteopata cosa fa, come lavora e quali patologie può trattare!

Il ruolo dell’osteopata è quello di bilanciare la struttura del corpo: scheletro, muscoli e legamenti (la cosiddetta “armatura”); per consentire la libera circolazione di tutti i fluidi, con particolare attenzione alla colonna vertebrale. Lo strumento più potente di un osteopata sono le sue mani, che catturano i minimi cambiamenti nello stato di varie strutture del corpo e possono eliminarli anche prima che il quadro clinico si sia sviluppato. Ecco perché è molto importante impegnarsi nella prevenzione presso un Centro di Osteopatia

L’Osteopatia una scienza olistica

L’osteopatia è una scienza olistica, comprende il corpo nel suo insieme. I suoi professionisti, quindi, lavorano il corpo in modo globale e il loro obiettivo è raggiungere un equilibrio di tutto il corpo. Gli osteopati non si limitano a curare un particolare infortunio, ma lavorano con tutto il nostro corpo per risolvere la causa del problema. Il compito del professionista osteopatico è quindi quello di riequilibrare tutte le funzioni del corpo attraverso lo scheletro, i muscoli e i legamenti; per ritrovare la libertà di movimento di tutti i tessuti. Ecco perché gli osteopati sono anche conosciuti come, “professionisti del movimento”.

I principi dell’Osteopatia

  • Il nostro corpo ha un proprio sistema di difesa e reagisce correttamente quando tutti i liquidi corporei circolano liberamente e le cellule ricevono tutto ciò di cui hanno bisogno per funzionare.
  • L’integrità dello scheletro aiuta a facilitare questo movimento.
  • Il ruolo dell’osteopata è quello di equilibrare la struttura corporea – scheletro, muscoli e legamenti – per consentire la libera circolazione di tutti i fluidi, con particolare attenzione alla colonna vertebrale.

Se c’è qualche tipo di stress su questa struttura globale, i nostri organi e le nostre articolazioni non possono funzionare normalmente, il che può portare a dolore o lesioni.

Quali malattie cura un osteopata?

Un medico osteopata risolve i seguenti problemi:

  • Disturbi della linfa e della circolazione sanguigna: ristagno, edema, linfostasi.
  • Spasmo muscolare e tensione.
  • Disturbi metabolici, compresi gli ormoni.
  • Deviazioni funzionali.
  • Spostamento di organi, strutture ossee.
  • Cambiamenti nella colonna vertebrale, nel sistema nervoso.

Tutte queste violazioni sono la ragione alla base della maggior parte delle malattie comuni nel mondo moderno. Eliminando queste deviazioni, l’osteopata tratta con successo le seguenti patologie:

  • Malattie respiratorie: bronchite frequente, infezioni respiratorie acute, asma bronchiale.
  • Malattie dell’apparato locomotore: artrite, artrosi, scoliosi, osteocondrosi.
  • Problemi neurologici: nevralgie, radicolopatie, cefalee.
  • Malattie otorinolaringoiatriche: sinusite cronica, otite media.
  • Malattie degli organi interni: colecistite, pancreatite, malattie del tratto gastrointestinale.
  • Per le donne: trattamento di algo dismenorrea, infertilità, disturbi del ciclo.
  • Per gli uomini: prostatite, impotenza, adenoma prostatico.

Non solo…

Inoltre l’osteopata si occupa di lesioni da parto, altre patologie infantili, mal di schiena in gravidanza, convalescenza dopo il parto, aderenze postoperatorie, contratture, situazioni post-traumatiche, riabilitazione post infortunio.

Spesso i pazienti fanno la domanda: un osteopata tratta le cicatrici? Naturalmente, è improbabile che un medico anche di questa classe elimini completamente una cicatrice sulla pelle – per questo ci sono speciali unguenti assorbibili e prodotti cosmetici.

Ma qualsiasi cicatrice influisce sulle condizioni generali del corpo, interrompendo le zone riflessogene attraverso le quali scorre. E l’osteopata è in grado di eliminare l’effetto negativo dei cambiamenti cicatriziali in questo caso, ripristinando il flusso sanguigno e l’innervazione.

Osteopata cosa fa? Continua a leggere il campo d’azione dell’osteopatia è ancora più grande! 

Cosa tratta un osteopata nei bambini?

È molto più difficile trattare i piccoli pazienti con metodi convenzionali rispetto agli adulti: molti farmaci sono controindicati per loro, qualsiasi intervento nel corpo dovrebbe essere il più delicato e sicuro possibile. Pertanto, l’osteopatia, famosa per le sue pratiche manuali, è particolarmente indicata nel caso dei bambini: le manipolazioni del medico si distinguono per cautela e famigerata facilità.

Cosa fa un osteopata pediatrico, per quali patologie può aiutare?

  1. Iperattività e tutti i problemi correlati.
  2. Sviluppo ritardato del bambino (ZRR, ZPRR).
  3. Meteo Sensibilità.
  4. Mal di testa.
  5. Cambiamenti congeniti e acquisiti nell’asse della colonna vertebrale (scoliosi, altri disturbi posturali, torcicollo, sublussazione delle vertebre cervicali), nonché lussazioni del cingolo scapolare.
  6. Displasia delle articolazioni dell’anca.
  7. Disturbi del sonno, enuresi, sindrome epilettica, altri problemi neurologici.
  8. Immunità ridotta (“bambino spesso malato”).
  9. Deficit visivo.
  10. Autismo.
  11. Disfunzione dell’apparato digerente, disbiosi.

Il trattamento osteopatico è indolore e delicato e può essere utilizzato nei primi mesi dopo la nascita. La pratica mostra che questa direzione dà risultati molto significativi nel trattamento della patologia pediatrica, specialmente nel trattamento delle lesioni postpartum.

Cosa tratta un osteopata negli adulti?

Osteopata cosa fa

Sopra è già stato scritto un elenco delle principali patologie per le quali ci si può rivolgere ad un osteopata. Vale la pena aggiungere a questo elenco:

  • Distonia vegetativa-vascolare (VVD).
  • Sindrome dell’affaticamento cronico.
  • Nevrosi, disturbi del sonno (insonnia, incubi).
  • Instabilità emotiva.
  • Disturbi cronici della circolazione cerebrale.
  • Discinesia del tratto digestivo.
  • Tensione interna.

Molti potrebbero obiettare, come può un osteopata eliminare disturbi che a volte hanno una base psicologica? Il corpo umano è un tutt’uno e la base del superlavoro o dei disturbi del sonno, la depressione è spesso una banale violazione del flusso sanguigno, a causa della quale il cervello sperimenta la fame di ossigeno. Un normale spasmo muscolare può causare gravi disagi senza nemmeno mostrarsi esteriormente. Capita anche che il paziente non sia nemmeno consapevole della presenza di tensione. Eliminando la causa della malattia, il medico osteopata consente così a tutti gli organi e sistemi di funzionare nel modo più completo possibile.

I metodi usati dall’osteopata

Osteopata cosa fa

I metodi utilizzati in osteopatia possono essere suddivisi in diretti (detti anche strutturali) e indiretti (detti anche funzionali).

  • Quelli diretti consistono, come suggerisce il nome, in un effetto diretto su un tessuto o un organo al fine di migliorare la mobilità, normalizzare la tensione o migliorare il drenaggio venoso-linfatico.
  • Le tecniche indirette consistono nell’evitare la rigidità del movimento massimizzando il rilassamento dei tessuti. I meccanocettori vengono riprogrammati e i tessuti molli periarticolari si rilassano senza alcuna manipolazione.

Chi ha bisogno di fissare un appuntamento con un osteopata?

Assolutamente tutti! Questa è una profilassi insostituibile per qualsiasi organismo, dai bambini agli anziani. E se qualcosa ti infastidisce, senti che sta succedendo qualcosa al tuo corpo, senti dolore, rigidità, tensione, disagio: fissa subito un appuntamento con un osteopata. Qualsiasi dolore è un motivo per consultare uno specialista osteopatico, che si tratti di dolore alla colonna vertebrale, alle articolazioni, alla testa o persino allo stomaco. Se hai problemi ortopedici, traumi o interventi chirurgici, può essere utile anche una visita da un osteopata. Dopo aver letto il nostro approfondimento su l’Osteopata cosa fa, dovreste avere le idee più chiare, su questa importante figura!

Lascia la tua recensione